“Il nostro vero obiettivo dev’essere non solo vivere più a lungo, ma godere del tempo guadagnato, in uno stato di salute che consenta una vita attiva del corpo e soprattutto della mente”. Umberto Veronesi
“Il nostro vero obiettivo dev’essere non solo vivere più a lungo, ma godere del tempo guadagnato, in uno stato di salute che consenta una vita attiva del corpo e soprattutto della mente”. Umberto Veronesi

Primi passi verso il dimagrimento

Per ottenere un dimagrimento sano e duraturo si devono tenere in considerazione numerosi fattori. Infatti capita molto spesso che le diete fai da te non portino dei buoni risultati soprattutto a lungo termine, come già scritto in un precedente articolo, la tua dieta fallisce ancora?  In particolare questo si verifica quando infliggono restrizioni caloriche importanti senza ricordarsi che…

  1. La restrizione calorica va calcolata. Non si può decidere senza alcun criterio quante calorie vadano eliminate. Le calorie consumate dal metabolismo basale (diciamo a riposo) della persona devono essere calcolate e a queste vanno aggiunte le calorie utilizzate nell’attività quotidiana della persona che può essere sedentaria o attiva, sportiva o meno. Solo da questo momento si possono calcolare le calorie di cui va privata la persona per ottenere un dimagrimento lento ma duraturo.
  2. Le calorie sono tanto importanti quanto la composizione dei cibi che le apportano.  È sicuramente un fattore da non sottovalutare quante calorie stiamo assumendo ma allo stesso tempo dobbiamo considerare la qualità di quelle calorie. Sembra evidente che 200 kcal provenienti da patatine fritte non corrispondano assolutamente a 200 kcal provenienti da una fettina di pollo che a loro volta differiscono da quelle provenienti da un piatto di pasta.  È indiscusso, minore è l’introito calorico più si dimagrisce, ma non bisogna dimenticare comunque che l’introito calorico per quanto ribassato deve provenire da un giusto rapporto dei macronutrienti (carboidrati : proteine : grassi) possibilmente provenienti da cibi sani e non industriali.
  3. Non sottovalutare le proteine. C’è chi le ama oltre modo c’è chi le teme. Ci sono diete che ti farebbero nutrire di sole proteine e ci sono persone che le demonizzano come se fossero pericolose. La verità è che sono un macronutriente importantissimo per due motivi: perché sono i mattoni del nostro corpo e perché hanno un potere saziante a breve e lungo termine che nessun altro macronutriente ha. Costituiscono la stragrande maggiornaza della massa magra del nostro corpo, in contraposizione alla massa grassa rappresentata dai grassi.
  4. L’attività fisica non solo fa bene al nostro corpo, fa bene anche alla dieta. Prima di tutto se consumi più calorie puoi mangiare di più e dimagrire ugualmente, con risultati tanto piu’ rapidi. Mi sembra un ottimo compromesso per non soffrire inutilmente. Secondo, è dimostrato che i muscoli sono l’organo (dopo il cervello) che per estensione, consumano più energie nel nostro corpo in quanto centrali di produzione dell’energia. Muscoli tonici = metabolismo più attivo anche a riposo. Inoltre fare attivita’ fisica regolare si e’ dimostrato l’unco modo efficace per mantenere il peso forma  al termine della dieta dimagrante.
  5. È un circolo vizioso-virtuoso. La percentuale di grasso, muscoli e stress nel nostro corpo influenzano il dimagrimento.
    I muscoli, lo abbiamo già detto, hanno la capacità di aumentare il nostro metabolismo basale. Il tessuto adiposo (grasso) non è un tessuto inerme come si potrebbe credere anzi, è un organo endocrino. Significa che produce e rilascia varie molecole capaci di attivare o inibire funzioni. Tra queste le citochine, molecole pro-infiammatorie che non solo ostaccolano il consumo di grassi ma portano anche allo sviluppo di diverse patologie. Altro parametro da tenere in considerazione è il livello di stress al quale è sottoposto il nostro corpo che tenderà a produrre maggiori quantità di cortisolo, ormone che ridistribuirà il nostro grasso corporeo soprattutto a livello addominale.

Per riassumere.
Sarebbe fondamentale per aver successo nel dimagrimento tenere sotto controllo la quantità di calorie introdotte prestando attenzione a bilanciare i macronutrienti che le apportano e dedicare più tempo a sé stessi per rilassarsi e svolgere una sana attività fisica.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: