“Il nostro vero obiettivo dev’essere non solo vivere più a lungo, ma godere del tempo guadagnato, in uno stato di salute che consenta una vita attiva del corpo e soprattutto della mente”. Umberto Veronesi
“Il nostro vero obiettivo dev’essere non solo vivere più a lungo, ma godere del tempo guadagnato, in uno stato di salute che consenta una vita attiva del corpo e soprattutto della mente”. Umberto Veronesi

Alimentazione, nutrizione e nutrienti

Quando si sente la necessità di seguire un regime alimentare consapevole, che sia una dieta o semplicemente una sana alimentazione è importante partire dal principio e prendere consapevolezza della differenza che passa tra i termini alimentazione e nutrizione e conoscere i nutrienti dei quali si serve il nostro corpo.

Con la parola alimentazione indichiamo il processo di ingestione del cibo nel nostro corpo. Il termine nutrizione invece presuppone tutti processi di assimilazione e utilizzo delle molecole contenute negli alimenti. Questa premessa ha grande importanza perché è fondamentale capire che se mangiamo una porzione di patatine fritte o un piatto di pasta ci stiamo in entrambe i casi alimentando ma non ci staremo nutrendo allo stesso modo. Infatti ogni alimento si differenzia per essere composto da molecole diverse dette nutrienti che si distinguono in micro e macronutrienti. Al primo gruppo appartengono le vitamine e i minerali che hanno la funzione di regolare i vari processi biochimici del nostro corpo. I macronutrienti invece hanno la funzione di dare energia e struttura al nostro corpo. Sono i carboidrati, i lipidi o grassi e le proteine.

I carboidrati possono essere distinti a loro volta in carboidrati semplici, ovvero gli zuccheri e in  carboidrati complessi, per lo più amido. La definizione “semplice” deriva dalla struttura decisamente poco complessa che li rende subito disponibili al nostro organismo come fonte di energia. I carboidrati complessi invece possono richiedere più tempo per essere resi disponibili e per questo vengono definiti di riserva, sono disponibili come fonte di energia ma il nostro corpo impiega più tempo ad utilizzarli. Altri carboidrati complessi invece non sono per niente disponibili e vengono eliminati dal nostro corpo senza fornire energia, questi sono detti strutturali e meglio conosciuti come fibre.

I lipidi che in particolare teniamo in considerazione in questo ambito sono i trigliceridi,  molecole altamente energetiche che hanno anche funzioni strutturali e di protezione del nostro organismo. Sono temutissimi ma al tempo stesso molto importanti. Alcuni di essi sono il punto di partenza per la produzione di molecole fondamentali quali ormoni e vitamine. Inoltre risultano “irrinunciabili” perché’ conferiscono sapore e piacevolezza a vari alimenti. Sono utilizzati dai muscoli come fonte di energia ma se in eccesso vengono stoccati nel tessuto adiposo. Si distinguono in saturi, monoinsaturi e polinsaturi. I primi vanno limitati a causa della loro “rigidità” che consente difficilmente di utilizzarli per produrre energia e tendono quindi ad accumularsi. Si trovano per lo più in alimenti di origine animale e prodottti industriali. I secondi e i terzi invece sono più facilmente utilizzati dal nostro corpo e quindi meno dannosi. Si trovano nel pesce e nei vegetali.

Le proteine sono delle catene di aminoacidi ramificate e ripiegate su se stesse. In base al tipo di aminoacidi che contengono si dividono in proteine ad alto o basso valore biologico. Significa che alcune di queste saranno importantissime per il nostro organismo perché contengono aminoacidi essenziali, cioè che il nostro corpo non è in grado di produrre da solo. Le proteine animali sono per lo più ad alto valore biologico quelle vegetali a basso valore biologico. Inoltre è bene ricordare che le proteine hanno una funzione soprattutto strutturale e pochissimo energetica e che il loro fabbisogno è dato da un continuo ricambio nel nostro organismo delle proteine di cui siamo costituiti e che varia a seconda delle necessità individuali (sportivi, gravidanza, allattamento, eta, etc…).

Tutti i macronutrienti hanno un ruolo fondamentale nel funzionamento del nostro corpo per cui se mal dosati possono creare diversi problemi. Una dieta equilibrata prevede che l’apporto calorico giornaliero sia dato per un 50-60% dai carboidrati, di cui solo il 12-15% semplici, 25-30% dai lipidi e circa il 10-25% dalle proteine.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: