“Il nostro vero obiettivo dev’essere non solo vivere più a lungo, ma godere del tempo guadagnato, in uno stato di salute che consenta una vita attiva del corpo e soprattutto della mente”. Umberto Veronesi
“Il nostro vero obiettivo dev’essere non solo vivere più a lungo, ma godere del tempo guadagnato, in uno stato di salute che consenta una vita attiva del corpo e soprattutto della mente”. Umberto Veronesi

La tua dieta fallisce ancora?

Il dimagrimento è ormai un tema molto discusso e che interessa tantissime persone, sia con reali problemi di sovrappeso sia persone che vogliono solamente perdere qualche centimetro di girovita per sentirsi meglio con sé stessi.

È difficile destreggiarsi nel raggiungimento di questo obiettivo perché è un campo che richiede competenze mediche ma su cui tutti mettono parola. Le promesse che vengono fatte dai non esperti del settore sono molto allettanti, si parla di perdere tantissimi chili in poco tempo ma si dovrebbe ormai sapere che le conseguenze potrebbero avere ripercussioni sulla salute della persona o sull’esito a lungo termine del dimagrimento. Gli effetti collaterali delle diete fai da te o prive di basi scientifiche sono le seguenti:

La prima riguarda lo stato di salute della persona. Una cattiva ripartizione dei macronutrienti (carboidrati, proteine e grassi) e dei micronutrienti (vitamine e sali minerali) possono portare a disfunzioni anche importanti nel nostro organismo. Non dimentichiamo che il cibo influenza per esempio la produzione e l’azione degli ormoni nel nostro corpo.

La seconda invece riguarda il così detto effetto yo-yo della dieta. Restrizioni caloriche eccessive sono seguite da un rapido recupero del peso e spesso anche oltre il punto di partenza. Non c’è da sorprendersi. Il metabolismo si è rallentato e appena rimangiamo ciò che ci è tanto mancato il danno è fatto. Non si raggiunge con questo genere di diete l’obbiettivo principale della dieta di cambiare le cattive abitudini alimentari delle persone.

La terza controindicazione riguarda la privazione della convivialità e del piacere del cibo. Sono cresciuta in una famiglia cagliaritana dove ogni occasione è buona per ritrovarsi attorno ad una tavola e dove vale il detto che se c’è posto per due ce n’è anche per tre e così via fino ad un numero indefinito di conviviali. Si può veramente rinunciare alla convivialità per nutrirsi di polveri disciolte in acqua?

Cio’ che si deve comprendere realmente e’ che la dieta consiste in un cambiamento vero e proprio delle abitudini alimentari e dello stile di vita. Si puo’ perdere peso in pochi mesi ma per mantenerlo o si cambiano abitudini o si ritorna dove si era prima.

In uno dei miei articoli, primi passi verso il dimagrimento, svelo alcuni dei trucchetti da adottare per seguire una dieta o una sana alimentazione.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: